"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

domenica 16 marzo 2014

Piano Regione Sicilia Tutela Qualità Aria: Incendio alla raffineria, paura a Gela




A Gela neonato dal sesso incerto
Crocetta annuncia un'ispezione

Il presidente della Regione: "La diffusione della notizia è stata una grave violazione della privacy, in futuro il bambino potrebbe soffrirne. E spero che nessuno, neppure i genitori, vogliano imporre un sesso piuttosto che l'altro". Il primario gelese frena: "Per ora siamo di fronte a una anomalia esterna: non può parlarsi di ermafroditismo". Solo un'ipotesi che la malformazione derivi dall'inquinamento ambientale.
A Gela neonato dal sesso incerto Crocetta annuncia un'ispezione
Il Vittorio Emanuele di Gela 












Secondo i medici del reparto di Ostetricia e Ginecologia il piccolo, nato da parto spontaneo, è di "sesso ambiguo" poiché ha organi genitali "incerti". I genitori sono giovani e non soffrono di alcuna patologia. Le ecografie durante la gravidanza non avevano mostrato alcuna anomalia sul feto. Il caso in questione si verifica una volta su cinquemila bambini neonati. Il primario del reparto, Michele Palmeri, ha confermato la rarità della malformazione ed ha disposto il trasferimento del neonato in una struttura specializzata di Palermo.




















Saranno comunque gli esami che saranno svolti a Palermo a fare chiarezza sul caso del bimbo dal sesso incerto. Probabilmente decisivo sarà un test cromosomico. Intanto c'è chi ipotizza che la malformazione possa essere legata all'inquinamento ambientale della zona di Gela. Ma anche questa, se non da escludere, è un'ipotesi che non può al momento trovare conferma.














 

Nessun commento:

Posta un commento