"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

giovedì 29 dicembre 2011

Prima udienza del processo civile Anzà Ciampolillo



Isola delle Femmine. Prima udienza del processo civile Anzà - Ciampolillo

Il processo è scaturito da una querela del dirigente regionale Anzà, nei confronti dell'ideatore del blog "Isola Pulita" Pino Ciampolillo

E' stata caratterizzata dalle richieste avanzate dai rispettivi legali, la prima udienza del processo civile scaturito da una querela fatta dal dirigente regionale del settore Ambiente, Salvatore Anzà, nei confronti di Pino Ciampolillo, ideatore del blog “Isola pulita”, un sito internet associato a Legambiente Sicilia che si occupa dei problemi ambientali del territorio compreso tra Isola delle Femmine e Capaci. Sotto accusa sono finiti tre articoli pubblicati dall'ambientalista nel 2007, che riguardavano la Italcementi con le sue emissioni in atmosfera e il Piano regionale per la tutela dell'aria e dell'ambiente, uno studio commissionato dalla Regione siciliana alla seconda sezione del dipartimento per la “Tutela dall'inquinamento atmosferico”, finito sotto i riflettori non solo della stampa, perchè alcune parti sono risultate copiate dall'omologo piano redatto dalla Regione Veneto. Salvatore Anzà è stato uno dei firmatari del documento, controfirmato dall'assessore dell'epoca, Rassana Interlandi. L'avvocato del blogger isolano, Giacomo Cirincione, si è opposto alla scelta del ricorso speciale in sede civile perchè, sostiene, “non sussistono le condizioni d'urgenza”. Inoltre, ha ribadito che Pino Ciampolillo, attraverso i suoi articoli “ha esercitato semplicemente il diritto di critica su fatti già ben noti all'opinione pubblica”. Di diverso avviso la controparte, difesa dall'avvocato Salvatore Ferrara, che ha contestato la citazione di alcuni testi, giudicati “di parte”. Ribadita, naturalmente, la richiesta di risarcimento economico (50 mila euro) per il danno all'immagine arrecato al dirigente regionale. Il giudice, adesso, dovrà decidere sulle richieste avanzate in una prossima udienza.



( 29 dicembre 2011 )
TV7Partinico


REFUSO
Un refuso (dal latino refūsus, participio passato di refundĕre, riversare[1]) è un errore di stampa causato dallo scambio o dallo spostamento di uno o più caratteri attribuito ad un problema meccanico o ad uno scambio dei movimenti delle dita durante la battitura. (Wikipedia)


In data non sospetta 23 marzo 2008 avevamo segnalato che l'Assessorato a malincuore e con un certo imbarazzo è stato costretto ad ammettere che il piano Aria Sicilia era verosimile a quello del Veneto ed alle tante altre fonti


Anche l'Assessorato Territorio Ambiente della Regione Sicilia  ammette con l'emanazione del decreto 43 del 12 marzo 2008 che nel  Piano Aria Siculo Padano qualche refuso si  sia maldestramente inserito nel Piano dell'aria della nostra regione. Quindi con il DECRETO si provvede a: CASSARE-AGGIUNGERE-TOGLIERE-METTERE........ 

Piano Aria Sicula Padano Decreto 43 12 marzo 2008


Forse all'Assessorato è mancato un  pizzico di coraggio per ammettere che effettivamente la Notizia era proprio da Striscia la Notizia?
A Pagina 1 si parla di ALCUNI errori  E/O refusi
ci chiediamo se vi è qualche copiatura E/O 
dimenticanza. Ma soprattutto non ci è chiaro 
REFUSI 


A pag 2 si chiede di CASSARE
"Comunità Montane" in effetti
non esistono più da
diversi anni.
INVECE Esistono ciò che il Piano
nel 2007 aveva "tralasciato"
La ITALCEMENTI a Isola delle Femmine
o la Bertolino a Partinico 
o.....



A pag 3 si chiede di CASSARE
     
Visto che in Sicilia non se ne trovano ..i centri storici 
utilizzando ad esempio gli argini dei fiumi e CANALI..
si chiede di CASSARE il "REFUSO" Incenti con Inventivi 
e poi via via ritroviamo anche "il piano aerologico Padano"
In questo caso si che "possiamo" parlare di
REFUSO


Naturalmente stiamo risparmiando i lettori delle oltre 25 fonti oltre al Piano Veneto (tra l'altro quello "copiato" la Comunità Europea l'aveva respinto) da cui il Piano  Sicilia ha attinto





La legge le sentenze la libertà di STAMPA i Bloggs e le differrenze con la carta sTampata:

Libertà di Stampa il Concetto di CARTA STAMPATA Blogs Televisioni

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2010/10/due-ispettori-dellassessorato_13.html



Responsabilità nella libertà di Stampa Bloggs Giornali Riviste Televisioni Art 11 legge 47/1948

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2011/12/italcementi-sentenza-tar-palermo-ai_23.html


Il direttore della Testata non è responsabile di omesso controllo Sentenza C. Cassazione 44126/2011

http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2011/12/italcementi-ricorso-cittadini-di-isola.html


Legge sulla stampa diffamazione legge 62/2001

Legge 47/1948 Art. 1 - (Definizione di stampa o stampato)
Sono considerate stampe o stampati, ai fini di questa legge, tutte le riproduzioni tipografiche o comunque ottenute con mezzi meccanici o fisico-chimici in qualsiasi modo destinate alla pubblicazione.

In ogni caso, il richiedente la rettifica può rivolgersi al pretore affinché, in via d'urgenza, anche ai sensi degli articoli 232 e 219 del codice di procedura penale, ordini al direttore la immediata pubblicazione o la trasmissione delle risposte, rettifiche o dichiarazioni.


Bruciatori, Copia incolla, genchi, Isola delle Femmine. Prima udienza del processo civile Anzà, Ciampolillo, Plagio, PROCESSO ANZA’ proced 9916 II R.G. ex art 702 bis CPC, termovalorizzatori

martedì 27 dicembre 2011

Finiscono in tribunale gli articoli in difesa dell'ambiente a Isola delle Femmine



Finisce in Tribunale il blogger Pino Ciampolillo, per i suoi articoli in difesa dell’ambiente a Isola delle Femmine.
Domani 28 dicembre 2011 davanti al Tribunale per la querela fatta dal funzionario della Regione Sicilia Servizio 3 Dottore Salvatore Anzà.
La querelle verte su tre articoli apparsi sui siti di Isola Pulita riguardanti i dubbi espressi circa la regolarità seguita nella procedura sull’Autorizzazione Integrata Ambientale alla Italcementi.
Inoltre la querelle riguarda il famigerato Piano dell’aria Sicilia verosimilmente identico a quello adottato nella regione Veneto.



















Arpa,Anzà,decreto n. 693 7/08,FUMANE,Giudice,TAR PALERMO 2592/2008,Pappagallo,Pennuto Rosso,Ricorso al TAR 02462/2009, Ricorso TAR Italcementi N. 02436/2008, TAR VENETO 00227/2011


Dai punti di emissione della ITALCEMENTI a TUTTI i Cittadini di Isola e Capaci auguri di Buon Natale

Dopo la sentenza del T.A.R. della scorsa settimana è iniziata  a pieno ritmo, da parte della Italcementi, l'attività nella  emissione di sostanze inquinanti che oltre a creare una densa unica e corposa nube sovrastante il cielo circostante lo stabilimento, i cittadini sono costretti a sorbirsi sostenze odorose di unova marce e di ammoniaca. 
E' pur vero che la quantità di sostanze inquinanti sono stabilite dalla Autorizzazione Integrata Ambientale con decreto 693 del luglio 2008

Poco importa se le quantità stabilite dal decreto assessoriale possano essere DANNOSE alla SALUTE umana oltre che essere SUPERIORI ai limiti imposti dalla ORGANIZZAZZIONE MONDIALE DELLA  SANITA'
Se vengono rispettati i limiti dell'autorizzazione emessa con decreto 693 del luglio 2008, secondo i flussi di massa avremo i seguenti risultati: Diossine emesse = 1.042.320.000 pg/giorno equivalente alla dose di "tollerabilità" giornaliera (140 pg, secondo l'OMS) di 7.445.142 persone, ovvero una "razione" (si tratta sempre di un calcolo teorico) di 65145 pg/uomo e cioè 465 volte la dose di 140 pg (calcolo riferito a 16000 abitanti, cioè Isola + Capaci) Diossine in ricaduta al suolo: per rispettare il limite di 3.4 pg/m2 (legislazione Belga) è necessaria una superficie di 306.6 Km2 Superfice Isola delle Femmine km2 3,54 Superfice Capaci km2 6,12 Vanadio: 1.17 Kg/giorno; Nichel: 292 gr/giorno; Mercurio: 348 gr/giorno; Altri metalli: 3.48 Kg/giorno Idrocarburi Policiclici Aromatici: 128 gr/giorno Lascio a voi il calcolo mensile ed annuale. Altri parametri (calcolati già da prima dall'ARPA nel 2006): Polveri (totali, non PM10): 686 Kg/giorno S02: 5343 Kg/giorno N02: 16023 Kg/giorno
N. 02336/2011 REG.PROV.COLL.

L'ARPA sottolinea che bisogna tenere in conto anche le notevoli quantità di emissioni pulverulenti diffuse (cioè non da punti fissi), generate dalla movimentazione dei materiali. Quando ci si basa solo sulle concentrazioni degli inquinanti e non si tiene conto nè della dislocazione di questi grandi impianti (vedi vicinanza con i centri abitati), nè, soprattutto, con le quantità emesse dei composti a lunga persistenza ambientale e bioaccumulabili, questi sono i risultati. "Ovviamente" i controlli per i composti più pericolosi sono previsti...annuali. Ognuno tragga le proprie considerazioni!
Isola delle Femmine  4 agosto 2008
UDIENZA T.A.R. PALERMO SU RICORSO 2592/2008:
PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO
DIREZIONE CONTROLLO E PREVENZIONE AMBIENTALE
 
 


decreto 693 7/08,Fumane,Giudice,Pappagallo,PENNUTO ROSSO,Ricorso TAR 02462/2009,Ricorso TAR Italcementi PA 2436/2008,TAR PALERMO 2592/2008,TAR VENETO 00227/2011,Cementirossi VIA VAS

 ,, , , , PALERMO 2592/2008,, , , ,

martedì 20 dicembre 2011

Italcementi Ricorso 02592/2008 Procura della repubblica

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PROV DI PALERMO 90040 - LARGO C. COLOMBO N°3

TEL. 091-8617201 FAX 091-8617204 e-mail segreteria@comune.isoladellefemmine.pa.it
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
www.comune.isoladellefemmine.pa.it

Ufficio del Presidente del Consiglio
Prot. n °14341 Lì 02 settembre 2011
OGGETTO: Convocazione Consiglio Comunale.
Ai Signori Consiglieri Comunali
Al Signor Sindaco
Ai Signori Assessori
Al Segretario Comunale
Il Capo del V Settore Tecnico
Arch. Sandro D’Arpa
SEDE
Albo Pretorio
SEDE
Al Comando di P. M.
SEDE
Alla Locale Stazione dei Carabinieri
ISOLA DELLE FEMMINE
All’Assessorato Regionale alla Famiglia,
Alle Politiche Sociali, alle Autonomie Locali
Via Trinacria
PALERMO
Alla Prefettura U.T.G.
PALERMO
Le SS.LL., nella qualità, sono invitate a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale convocata, ai sensi dell’art. 14 comma 5 del Regolamento del Consiglio Comunale ed ai sensi dell’art. 215, comma 5 del testo coordinato dal vigente Ordinamento Enti Locali, giusta determina presidenziale n°8 del 02 settembre 2011, presso la sala “Padre Bagliesi”, sita nei locali comunali di Via Palermo, il giorno 23 settembre c.a. alle ore 19,00 per la trattazione dell’argomento di cui di seguito:
1) LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI DELLE SEDUTE PRECEDENTI;
2) COSTITUZIONE SOCIETÀ CONSORTILE PER AZIONI, DENOMINATA SOCIETÀ
PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE RIFIUTI A.T.O. 1
PALERMO. APPROVAZIONE STATUTO E ATTO COSTITUTIVO.
AUTORIZZAZIONE AL LEGALE RAPPRESENTANTE DELL'ENTE ALLA
SOTTOSCRIZIONE
3) INTERROGAZIONE DELL’11 APRILE 2011.
4) INTERROGAZIONE DEL 30 GIUGNO 2011.
Si avverte che ai sensi dell’art. 30 della L.R. 3 Giugno 1986, n.9, come sostituito dall’art. 21 della L.R. n.26/93, la mancanza del numero legale degli intervenuti comporta la sospensione di un’ora della seduta.
Se alla ripresa dei lavori non venisse raggiunto, o dovesse venire meno, il numero legale, la seduta verrà rinviata al giorno successivo alla stessa ora e con il medesimo ordine del giorno senza ulteriore avviso di convocazione.
Distinti Saluti.
Il Presidente del Consiglio Comunale
F.to Rag. Alessandro Giucastro
 


AL PRESIDENTE DEL C.C.
AL SINDACO 
ALL’ASSESSORE ALL'IGIENE AMBIENTALE
AL RESPONSABILE DEL SETTORE 

Oggetto: Interrogazione consiliare

I sottoscritti, consiglieri comunali del gruppo consiliare Rinascita Isolana, ai sensi dell'art. 9 commi 7 e ss. del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,
CHIEDONO
Risposta verbale del Sindaco o dell'Assessore competente - da tenersi alla prossima seduta del Consiglio Comunale - in merito al seguente argomento:
INTERVENTI DI RACCOLTA DI RR.SS.UU.
ESEGUITI DALLA DITTA "TRADE ECOSERVICE"
Considerato che dal 30 marzo al 2 aprile 2011 personale della suindicata ditta -ò con mezzi recanti distintivi dell'impresa - alla presenza dell'Assessore all'Igiene Ambientale, procedeva alla raccolta dei rifiuti presenti in alcune zone del territorio di Isola delle Femmine;
che il,  Comune fa parte dell'ATO Palermo1, che gestisce per mezzo della Società Servizi Comunali Integrati R.S.U. S.p.a., l'attività di ritiro e smaltimento dei rifiuti;
che l'ordinanza sindacale n 13 del 22.02.2011, che affidava il servizio in questione alla "Trade Ecoservice" in sostituzione dell'originario  gestore, è stata revocata con ordinanza n 14 del 24.02.2011;

che NESSUN ALTRO PROVVEDIMENTO SINDACALE  è stato emesso in materia anteriormente al 2 aprile 2011 (vedi ordinanze nn. 15-21/2011);
Alla luce di quanto sopra, il Sindaco/l'Assessore chiarisca
- in forza di quale provvedimento autorizzatorio la ditta "Trade Ecoservice" interveniva nell'attività di raccolta e smaltimento dei RR.SS.UU., in sostituzione del gestore di servizio;
- quali sono stati i costi dell'intervento, con quale atto il responsabile di settore è stato eventual,mente incaricato di predisporre il relativo impegno di spesa, a quale capitolo di bilancio sono stati imputati gli oneri;
- dove sono stati conferiti i rifiuti raccolti.

Lo scrivente gruppo consiliare invita l'Amministrazione a produrre in Consiglio (previa eventuale acquisizione dall'impresa che ha curato l'intervento) prova documentale dell'avvenuto conferimento in discarica (con espressa indicazione deil sito ricevente) dei rifiuti raccolti in Isola delle Femmine in data 2 apriòle 2011.

Isola delle Femmine, 11.04.2011
I Consiglieri Comunali 


ORDINANZA DEL SINDACO - Emergenza rifiuti
Tipo di informazione: Atti Pubblici N13 AFFIDAMENTO INCARICO ALLA TRADE ECO SERVICE
Data: 22/02/2011

ORDINANZA DEL SINDACO - Revoca ordinanza n.13/11 - Emergenza Rifiuti
Tipo di informazione: Atti Pubblici VIENE REVOCATO L'AFFIDAMENTO ALLA TRADE ECO SERVICE Data: 24/02/2011

IL 2 APRILE 2011 l'assessore aggredisce CIAMPOLILLO PRETENDE DOCUMENTARE LA NON AUTORIZZATA RIMOZIONE DEI RIFIUTI DA PARTE DELLA  TRADE ECO SERVICE INCARICO DI RACCOLTA RIFIUTI  REVOCATO  IL 24 FEBBRAIO 2011 CON ORDINANZA DI REVOCA N 13/2011  


ORDINANZA EMESSA PER COPRIRE L’AGGRESSIONE DEL 2 APRILE 2011 IN VIA GARIBALDI DA PARTE DELL’ASSESSORE Atto numero 22  del 05-04-2011

 

LO SQUADRISTA ROSSO Isolano di isolapulita

“Gli avevo chiesto di allontanarsi dalla strada chiusa al traffico perchè era pericoloso rimanere lì durante i lavori. Ma lui mi ha puntato l'obiettivo contro cercando di fotografarmi. A quel punto ho cercato di impedirglielo e per evitare di restare colpito dall'obiettivo ho preso la macchina fotografica che ho restituito quasi subito. Ciampolillo mi ha minacciato per un controllo fatto al personale del municipio durante le ore di lavoro. In quella occasione la moglie è stata trovata fuori dagli uffici ma la vicenda si è conclusa senza conseguenze. Evidentemente questo fatto non sarebbe andato giù al blogger. ( 5 maggio 2011 )
Isola delle Femmine. Ideatore blog "Isolapulita" querela assessore



La decisone dopo un acceso diverbio, durante l'emergenza rifiuti
Lo avrebbe offeso con frasi ingiuriose impedendogli di fotografare alcuni operai di una ditta privata mentre raccoglievano l'immondizia in una strada di Isola delle Femmine, durante i giorni dell'emergenza. Protagonista della vicenda è Pino Ciampolillo, ideatore di un blog su di informazione locale, che ha querelato l'assessore comunale Marcello Cutino. Secondo quanto denunciato ai carabinieri dall'attivista di “Isola Pulita”, l'amministratore locale non ha gradito la presenza dell'obiettivo. Da qui l'invito con tono severo ad andare via. Tra i due è nato un acceso diverbio al quale hanno assistito alcune persone e un vigile urbano in servizio. Secondo Ciampolillo l'assessore Cutino gli avrebbe strappato anche la fotocamera dalle mani per impedirgli di realizzare gli scatti. Dalla querela emerge, comunque, un astio già maturato tra i due per altre circostanze legate all'attività lavorativa della moglie del querelante, impiegata al municipio. Sul posto, durante lo scontro, sono pure intervenuti i carabinieri anche se la denuncia è stata fatta successivamente in caserma. Ciampolillo, adesso, chiede all'autorità giudiziaria di intervenire. Diversa la dinamica dei fatti esposta dall'assessore Cutino, che ha denunciato Ciampolillo per minacce.

Si evidenziano in tutta la loro grandezza la presenza della munnezza, dello
autocarro della TRADE ECO SERVICE dell' ASSESSORE, dell'auto
dei Vigili Urbani di Isola delle Femmine della Via Garibaldi
nella ORA e nella DATA indicata



Si evidenziano in posizione più ravvicinata in tutta la loro grandezza la presenza della
munnezza, dello autocarro della TRADE ECO SERVICE dell' ASSESSORE, dell'auto
dei Vigili Urbani di Isola delle Femmine della Via Garibaldi
nella ORA e nella DATA indicata




In relazione all’episodio occorso in Isola delle Femmine il 2 aprile scorso, che ha visto il blogger Pino Ciampolillo subire una vera e propria aggressione da parte del locale Assessore all’Ambiente Marcello Cutino, abbiamo il dovere di evidenziare come l’accaduto – contrariamente a quanto sostenuto dal Sindaco Portobello – non abbia alcun legame con la contestazione mossa dal Cutino alla moglie del Ciampolillo, in servizio presso il Comune isolano, vicenda peraltro senza conseguenze, anche in considerazione del noto rigore professionale della dipendente.

Piuttosto, la scomposta reazione dell’Assessore, che ha pesantemente offeso il blogger, strappandogli la macchina fotografica che aveva con sé, potrebbe essere motivata dalla volontà di mettere a tacere il coraggioso esponente di Isola Pulita, che stava documentando........


Si evidenziano in posizione più ravvicinata in tutta la loro grandezza la
presenza della munnezza, dello autocarro della TRADE ECO SERVICE
dell' ASSESSORE, dell'auto dei Vigili Urbani di Isola delle Femmine a cui 
si aggiungono dei TESTI della Via Garibaldi
nella ORA e nella DATA indicata




L'assessore  in  tutta la Sua possanza, pronto ad aggredirmi mentre mi strappa la macchina fotografica per cercare  di impedirmi di fotografare NO le EMISSIONI della Italcementi, bensì è determinato ad IMPEDIRMI di FOTOGRAFARE l'utocarro della TRADE ECO SERVICE  che senza alcuna ORDINANZA - autorizzazione - rimuove i rifiuti accumulatosi in Via Garibaldi

Un mezzo della TRADE ECO SERVICE in fase di rimozione,
senza alcuna ORDINANZA, dei rifiuti in Via Garibaldi alla ORA
ed alla DATA indicata.
Richiesto telefonicamente intervento dei carabinieri
della Stazione di Isola delle Femmine, che sopraggiungono
con una macchina con a bordo   due carabinieri 


Dipendete Autista della TRADE ECO SERVICE
con autocarro targato PB788AK 
sotto la direttive dell'ASSESSORE e senza
alcuna ORDINANZA, il giorno 2 aprile 2011,
rimuove i rifiuti

 

 








 


COMUNICATO STAMPA

REPLICA ALL’INTERVENTO DEL SINDACO PORTOBELLO A TIVÙ7
In relazione all’episodio occorso in Isola delle Femmine il 2 aprile scorso, che ha visto il blogger Pino Ciampolillo subire una vera e propria aggressione da parte del locale Assessore all’Ambiente Marcello Cutino, abbiamo il dovere di evidenziare come l’accaduto – contrariamente a quanto sostenuto dal Sindaco Portobello – non abbia alcun legame con la contestazione mossa dal Cutino alla moglie del Ciampolillo, in servizio presso il Comune isolano, vicenda peraltro senza conseguenze, anche in considerazione del noto rigore professionale della dipendente.
Piuttosto, la scomposta reazione dell’Assessore, che ha pesantemente offeso il blogger, strappandogli la macchina fotografica che aveva con sé, potrebbe essere motivata dalla volontà di mettere a tacere il coraggioso esponente di Isola Pulita, che stava documentando fatti tutt’ora al vaglio della Magistratura.
Il Cutino, infatti, al momento dell’arrivo del Ciampolillo, stava dirigendo un intervento di raccolta dei rifiuti da parte di una ditta esterna all’ATO Palermo 1, gestore del servizio, ciò in assenza di provvedimenti amministrativi autorizzatori: rifiuti che non sono mai arrivati in alcuna discarica, ma sembrerebbe siano stati indebitamente riversati nella zona industriale di Isola delle Femmine!
L’Assessore ha sempre smentito che tale operazione abbia avuto luogo – anche nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale – e ben si comprendono, pertanto, le ragioni del suo tentativo di impedire al blogger di immortalarlo con le mani nel sacco … della spazzatura!
Il Sindaco, intervenendo ai microfoni di Tivù7, ha maldestramente cercato di mistificare la realtà, ma ha finito per mortificare ancora una volta i diritti dei cittadini, offendendo i valori della democrazia: anziché oscurare l’obiettivo di Pino Ciampolillo, il Dottor Cutino dovrebbe far un serio esame di coscienza e attendere, rispettosamente, le conclusioni della Procura della Repubblica in merito ai fatti in questione.

Comitato Cittadino Isola Pulita aderente Legambiente, Rinascita Isolana, Insieme per il Rinnovamento, Comitato Cittadini Ennesi, Augusta Ambiente, Rete Rifiuti Zero Sicilia, Decontaminazione Sicilia, Comitati Cittadini Siciliani


AL PRESIDENTE DEL C.C.
AL SINDACO 
ALL’ASSESSORE AL LL. PP.
ALL’ASSESSORE AL TURISMO
AL RESPONSABILE DEL SETTORE 

Oggetto: Interrogazione consiliare
 Protocollo 11118 30/06/2011
I sottoscritti, consiglieri comunali del gruppo consiliare Rinascita Isolana, ai sensi dell'art. 9 commi 7 e ss. del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale,
CHIEDONO
Risposta verbale del Sindaco o dell'Assessore competente - da tenersi alla prossima seduta del Consiglio Comunale - in merito al seguente argomento:
- BANDO “SPIAGGE LIBERE” DI ISOLA DELLE FEMMINE -
Considerato che, con deliberazione di G.M. n 29/2011, veniva dato l’atto di indirizzo politico per redigere il capitolato per l’affidamento del servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotti 1-4), per le stagioni balneari 2011-2016;
che il bando suddetto è stato più volte pubblicato, rettificato e infine ritirato, senza pervenire ad alcun esito;
che, per l’effetto, i tratti del litorale in questione – per i quali l’Amministrazione Comunale è titolare delle relative concessioni demaniali marittime – sono ad oggi abbandonati e, sembra, persino privo del necessario servizio di salvataggio;
Alla luce di quanto sopra, il Sindaco/l'Assessore chiarisca
a) Per quali ragioni si è proceduto al ritiro del bando de quo;
b) Quali soluzioni sono state elaborate per assicurare i diritti dell’utenza e rispettare le legittime aspettative degli imprenditori turistici (nonché. ovviamente, per salvaguardare i livelli occupazionali del settore), per la stagione balneare 2011;
c) Quali interventi sono stati pianificati per garantire, in ogni caso, la sicurezza della balneazione ed un’adeguata fruizione delle spiagge.


Isola delle Femmine, 11.04.2011
I Consiglieri Comunali  Billeci, Mannino,Crisci,Caltanisetta

153 13/04/2011 ° RETTIFICA Bando di gara procedura aperta:Servizio di gestione,vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1,L2,L3,L4) per le stagioni balneari 2011 - 2012 - 2013- 2014 -2015 - 2016

NUOVO Bando di gara procedura aperta:Servizio di gestione,vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1,L2,L3,L4) per le stagioni balneari 2011 - 2012 - 2013- 2014 -2015 – 2016   17/05/11 - 19/05/2011 :RINVIO OPERAZIONI DI GARA
Albo pretorio on line 153.11: 2° RETTIFICA Bando di gara procedura aperta:Servizio di gestione,vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1,L2,L3,L4) per le stagioni balneari 2011 - 2012 - 2013- 2014 -2015 - 2016
Albo pretorio on line 149.11: RETTIFICA  Bando di gara procedura aperta:Servizio di gestione,vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1,L2,L3,L4) per le stagioni balneari 2011 - 2012 - 2013- 2014 -2015 – 2016
Albo pretorio on line 138.11: Bando di gara procedura aperta:Servizio di gestione,vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1,L2,L3,L4) per le stagioni balneari 2011 - 2012 - 2013- 2014 -2015 – 2016


????????????????????????????????????????????????????????????????

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Provincia di Palermo

ORDINANZA SINDACALE
N.44 DEL 28/06/2011
Oggetto Affidamento urgente alla ditta Temporary S.p.a. per la pulizia delle aree demaniali “Spiagge libere e scogliere”

IL SINDACO

_ Considerato:
_ che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle  Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato  assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura  negoziata;
_ Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi  accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del  Comune associato;
_ Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di  pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
_ Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa  1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore  ecologico feriale e domenicale;
_ Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa  società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di  competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con  l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere  comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
_ Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio  accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
_ Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e  scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza  rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di  immagine per il Comune;
Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un  affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la  pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad  eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al  fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di  renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
_ Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una  ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
_ Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta  con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N.   231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n.   10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto  dell’IVA;
_ Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree  demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per  l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4  ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per  garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la  stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
_ Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi  per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4  ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
_ Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
_ Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
_ Considerata l’urgenza di provvedere
O R D I N A
_ Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra  descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al  fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
_ Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di  questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego  immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni  consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della  comunicazione della presente Ordinanza;
_ Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si  possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera  stagione balneare;
_ Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione  di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo  impegno della somma necessaria;
_ Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e  disponga i conseguenti atti di gestione.
Il Sindaco
Prof. Gaspare Portobello

ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".  Atto numero 44  el 28-06-2011
Tipo di Atto: ORDINANZE
Allegato: ord. n. 44.11 del 28-6-11.pdf (38 kb)


Atto numero 131 del 30-08-2011

In rete non si rintraccia la determina del V settore n 115 del 11/07/2011

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Provincia di Palermo

DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO

N. 131 DEL 30/08/2011


Oggetto: ulteriore impegno di spesa e prolungamento dell’affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta GI Group

IL CAPO DEL SETTORE

1 Visto il D.lgs. n° 267 del 18 agosto 2000;
2 Visto il D.lgs. n° 165 del 30 marzo 2001;
3 Vista la L. n° 127 del 15 maggio 1997;
4 Vista la L.R. n° 23 del 7 settembre 1998;
5 Visto l’art. 3 bis del regolamento comunale dei contratti;
6 Vista la precedente determina n. 115 del 11/07/2011 del responsabile del settore V di  impegno spesa ed affidamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali (arenile e  scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group;
7 Viste le precedenti note con le quali la società A.T.O. Pa. 1 ha dato dichiara
l’impossibilità all’espletamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali;
8 Considerato che la stagione turistica tende a protrarsi oltre il mese di agosto, e che è  necessario provvedere al servizio di pulizia dei tratti demaniali, al fine di garantire le  condizioni di decoro e di igiene indispensabili alla libera fruizione da parte del pubblico;

DETERMINA

9 di impegnare l’ulteriore somma di € 9.000,00 (novemila) a favore della società Gi Group  S.p.A. 90133 Palermo (PA) 57, Via Cavour Camillo Benso n. 57 (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 11629770154 con sede in Milano piazza IV Novembre n. 5, impegnandola sul  capitolo 1261.00 “Servizio Comunale Integrato - A.T.O.” del corrente bilancio in corso di  formazione che presenta la necessaria disponibilità;
10 prolungare il servizio di che trattasi per un periodo di ulteriori trenta giorni alle medesime  condizioni di cui al precedente affidamento.
11 Trattasi di spesa indispensabile, indifferibile ed urgente.
Imp ___________
Il responsabile del V settore.
arch. Sandro D’Arpa
Parere di regolarità contabile ai sensi dell’art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000
Il responsabile del servizio finanziario f.f.
Antonino Tricoli
Atto numero 131 del30-08-2011

Link:








Al.Ta. s.r.l.,CECCHINO,Cucchiara,Trade Eco Service,LEONCINO,Mafioso,MINACCE,Nipote, PALmuto,Pappagallo,Parco Urbano,PENNUTO ROSSO,Rubbino,Schwarzeneger,Fatture ATO PA1,Bilancio 2010

CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE 23 SETTEMBRE 2011 INTERROGAZIONI 2 APRILE SPIAGGE SSR