"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

giovedì 8 settembre 2011

Luglio 2010 ALGA TOSSICA A Isola delle Femmine

Nuovo allarme per l’alga tossica sul litorale di Isola delle Femmine. Le cellule di Osteopsi ovata, secondo i campionamenti effettuati dall’ARPA Sicilia avrebbero superato la soglia massima (10.000 cellule/litro) arrivando a spp cellule/litro 21.480 e diventando con ciò pericolose per i bagnanti. Nell’agosto del 2006 diverse bagnanti furono costretti a ricorrere a cure mediche e nel contempo tenersi lontani dalle spiagge. Così come allora i problemi causati dall’Ostreopsis sono: arrossamento di occhi e gola, tosse, starnuti, e solo nei casi più gravi, febbre e difficoltà respiratorie, che sono velocemente reversibili, e come prima contromisura le Autorità Sanitarie consigliano l’allontanamento dalla zona di esposizione.
Ad oggi risulta alquanto incomprensibile il silenzio assordante della Pubblica Amministrazione locale di fronte a dati alquanto allarmanti per la salute pubblica.
Ormai i Cittadini di Isola delle Femmine si sono assuefatti a questo silenzio e continuo menefreghismo per la salute dei Cittadini.
Sono invece i malcapitati Turisti abbagliati dallo slogan del PALmuto
“Benvenuti in Paradiso”
(giornale di Sicilia 24 luglio)
che incazzati dell’immondizia, del disordine, della mancanza dei ogni tipo di servizio, dalla sporcizia del paese, della mancanza di collegamenti efficienti con la città, a continuo contatto con gli odori nauseabondi della Italcementi, con gli scarichi delle auto lungo il litorale marino, con l’assenza di ogni tipo di controllo durante le ore serali dove si scatena la furia “umana”.
II malcapitati turisti di fronte a questo scempio, di fronte a questo degrado paesaggistico di fronte a questo “sperpero” di risorse naturali e a fronte di un “inconscio” Vostro rifiuto all’accoglienza o quantomeno e la cosa diventerebbe ancora più grave: Vostra INCAPACITA' a gestire una qualsiasi situazione, decidono di inscenare qualche forma di protesta come è successo ieri l’altro per l’ingresso in uno stabilimento balneare.
Le promesse del PROFESSORE:
lavorare sin da ora per comprendere l’alga tossica, ma soprattutto per prevenirla e non ritrovarcela nei nostri mari l’anno prossimo; non c’è una normativa in merito, non c’è un percorso certo, ora occorre lavorare per costruirlo e risolvere questo problema”.
Professu era l’anno 2006 quando Lei affermava ciò, devo presumere che LEI è ancora in fase di studio mente i suoi concittadini si avvelenano?
Caro Professore molto probabilmente se va a leggersi per un attimo le disposizioni di legge potrà Lei verificare che, a fronte dei dati sopracitati, Lei aveva l'obbligo di legge di emettere un'ordinanza sindacale di divieto di balneazione nelle zone segnalate dall'ARPA Sicilia.




Inserzione Pubblicitaria a PAGAMENTO Sabato 24 Luglio 2010 sul Giornale di Sicilia Il PROFESSORE con ------------- dichiarano cosa?

Da Laico quale io sono avevo una visione diversa del Paradiso !

Un Paradiso fatto di amore di socialità e di rispetto del Prossimo e dell'ambiente in cui vivo!

Sono sicuro che i nostri "profeti in Cina" non parlavano certamente di Isola delle Femmine

Complimenti per essere riusciti a trovare un varco per riuscire a fare una foto dellla spiaggia. Ho visto un "turista" (prima di anticipare la partenza da Isola) con un binocolo intento a guardare la spiaggia!






*ALGA TOSSICA A Isola delle Femmine
*2010 Isola Delle Femmine Risultato ostreopsis spp cellule/litro 21.480 nel 2006 tra le 8/10.000 spp cellule/litro
*ARPA Sicilia Dati Rilevamento
*ALGA ROSSA L’Arpa dice…luglio 2006
*Isola Pulita: L’alga Tossica L’Italcementi e gli Scarichi a Mare
*ALGA ROSSA Denunce e interrogazione Isola Pulita Luglio/2006
*ALGA ROSSA S.O.S. Ambiente
*CONTRO la Ostropsis ovata
*A Proposito di alghe si dice che….
*Costituito il Comitato Cittadino Isola Pulita

Nessun commento:

Posta un commento