"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

giovedì 8 settembre 2011

Era solo un "leoncino" che vagava per Isola delle Femmine

Era solo un “leoncino” che vagava per Isola delle Femmine
del Corpo Forestale dello Stato con il corpo medico dei veterinari dell’azienda ospedaliera, a seguito di continue segnalazioni per l’avvistamento di una pantera che si aggirava, in compagnia di un altro nutrito gruppi di esemplari non meglio identificati, per le vie del paese e lungo tutto il litorale marino, invaso in questi giorni da una miriade di turisti e bagnanti.

Operazione congiunta degli uomini del Corpo Forestale dello Stato con il corpo medico dei veterinari dell’azienda ospedaliera, a seguito di continue segnalazioni per l’avvistamento di una pantera che si aggirava, in compagnia di un altro nutrito gruppi di esemplari non meglio identificati, per le vie del paese e lungo tutto il litorale marino, invaso in questi giorni da una miriade di turisti e bagnanti. 


Alcuni cittadini del posto avevano avvistato l’animale nei pressi del grazioso baglio di Piazza Pittsburgh (sotto il Municipio), segnalandone la sua presenza, soprattutto perché preoccupati del suo stato di salute, e per le notizie apparse sui mezzi di comunicazione riguardanti l’avvistamento di una pantera per le vie del palermitano.

Dopo ore e ore di ricerche, è notte fonda quando finalmente il gruppo di intervento ha la meglio e riesce a catturare la bestia ma sorpresa delle sorprese gli uomini della forestale si sono trovati di fronte non ad una pantera digrignante nervosa ed inquieta.


Ma sorpresa delle sorprese si trovarono di fronte un LEONCINO mansuento e con un bavaglio alla bocca che non lo lasciava respirare.
Era affaticato non aveva più forze. Inconsciamente dava come la sensazione di una sua resa.


Era stremato il LEONCINO.


Per LUI la cattura era come una sorta di liberazione dalle catene che si era autoimposto.


Era dal 1999, che triste arrabbiato e scontento di tutto e di TUTTI vagava senza avere una meta
Fu a questo punto che il branco di LEONCINI che lo avevano accompagnato nelle sue scorribande, lungo i cantieri e i tanti palazzi in costruzione a Isola, che con un gesto di pietà gli tolsero il bavaglio e gli permisero di rilasciare una loro dichiarazione alla televisione sull’andamento e le prospettive del settore edilizio a Isola delle Femmine.







Promemoria per il Signor “Sindaco”


Le è chiaro, Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello perché la denominazione che la qualifica è sempre virgolettata?


Se non riesce ad audoudirsi, Le spiego per l'ennesima volta perché Lei ha mostrato pochissimo rispetto della Istituzione CONSIGLIO COMUNALE


Mi permetta, per l'ennesima volta, precisarLe che certamente non è stato il Suo gruppo ad istituire il servizio di Bus Navetta a Isola delle Femmine, bensì il CONSIGLIO COMUNALE di Isola delle Femmine.


IL suo Gruppo Progetto Isola non ha FATTO nulla, ha solamente proposto ( e ne condividiamo l’iniziativa) mentre il CONSIGLIO COMUNALE ha approvato l’iniziativa proposta, fatta dal Gruppo Consiliare di maggioranza ed il Consiglio Comunale ha approvato.



Almeno in queste elementari ma fondamentali regole di convivenza civile, di rispetto e di legalità, i Cittadini di Isola delle Femmine vogliono sperare, come ostinatamente vogliono sperare in una Sua decisiva e coerente condotta etica e morale. (dire quello che si fà e fare quello che si dice).


Si ha letto bene, Signor "Sindaco" speranza.


Perchè in moltissime circostanze ha mostrato molto chiaramente ai Cittadini di Isola delle
Femmine, di essere Lei poco incline a mantenere le promesse di cui Lei stesso si rende promotore.


Esempi? A iosa!


Ricorda Signor "Sindaco" la proposta di intitolare una piazza di Isola delle Femmine all'amato ed indimenticato papa Giovanni Paolo Secondo?
Si la proposta era stata avanzata dal gruppo consiliare "Insieme Isola".
Lei, forse, geloso della primogenitura della iniziativa ha pensato bene di chiuderla in un cassetto e di buttare via la chiave.
Non può certamente averlo dimenticato, visto che aveva appena subito la debaclè che le aveva fatto perdere la maggioranza consiliare che la sosteneva.




Ricorda che sull'argomento vi sono ben due delibere?




Parlare di Sue promesse non mantenute è facile e purtroppo a Lei capita molto spesso!




Ricorda le tante iniziative di istituire o intitolare strade, vie, musei, fondazioni progetti e .... a personaggi di Isola delle Femmine che per i loro alti valori umani hanno rappresentato modelli ed esempi di incoraggiamento alla crescita di una Comunità.



Questa precisazione Le è dovuta per il ruolo che Ella ricopre e che deve rappresentare un modello di vita e di educazione civica per Noi Cittadini TUTTI.


Impariamo, insegnamo a nuotare nelle cristalline e trasparenti acque del mare della vita, dell'onestà, del rispetto, della coerenza e della solidarietà, non lasciamoci affogare nel mare agitato e tempestoso dell'ipocrisia, dell'indifferenza e della inciviltà


Pino Ciampolillo
Coordinatore Comitato Cittadino Isola Pulita

Nessun commento:

Posta un commento