"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

venerdì 26 agosto 2011

Consiglio Comunale 25 giugno 2009 Insediamento "Sindaco" a Isola delle Femmine Dichiarazione Rinascita Isolana


Consiglio Comunale 25 giugno 2009 Insediamento "Sindaco" a Isola delle Femmine Dichiarazione Rinascita Isolana





Giuramento del Sindaco.


Il Sindaco prestato giuramento, afferma la sua intenzione di amministrare con assoluta trasparenza, dichiarandosi pronto, comunque, ad affrontare qualunque battaglia politica, come fa immaginare il comportamento testé assunto dal gruppo “Rinascita isolana”, certo di poterla vincere grazie all’aiuto della popolazione.
Enuncia, quindi, le deleghe che intende conferire agli assessori:
All’assessore Palazzotto verrà conferita la carica di vice Sindaco, nonché le deleghe assessoriali alla cultura, al turismo ed alle attività produttive. Evidenzia i meriti personali e familiari dell’assessore Palazzotto contraddistinti da una costante lotta contro ogni sopraffazione e per la legalità, le competenze dello stesso sono costituite dalla propria lealtà e trasparenza e dal lavoro svolto in mezzo alla gente.
All’assessore Aiello verrà conferita la delega ai servizi a rete, Lavori pubblici e viabilità. Egli già nelle passate legislature ha costituito un vanto per tutte le amministrazioni succedutesi e tale sarà anche in futuro.
All’assessore Riso verrà conferita la delega allo sport, servizi sociali e protezione civile. In passato l’odierno assessore, quando rivestiva la carica di Presidente del Consiglio, è stato martirizzato, ma i suoi meriti sono stati invece riconosciuti dalla popolazione che lo ha votato sino a farlo diventare il terzo eletto.
All’assessore Cutino verrà conferita la delega all’ambiente, alle politiche giovanili ed all’arredo urbano. Anche detto assessore in passato ha subito molte accuse, anche se ha sempre operato al servizio della gente e del paese.
Ringrazia il Presidente del Consiglio affermando la sua certezza che Questi svolgerà bene i propri compiti, operando al di sopra delle parti e cercando la collaborazione della minoranza anche se nel rispetto delle diverse posizioni, cercando, comunque, di assicurare la pianificazione territoriale, il benessere e l’arricchimento culturale e sociale di tutta la comunità.
Ringrazia, infine, la cittadinanza per la fiducia accordatagli, preannuncia il proposito di procedere ad una riorganizzazione della macchina amministrativa, promette di operare con onestà e trasparenza, senza accettare provocazioni.
Ringrazia la propria famiglia per il costante supporto ed incoraggiamento.
Esaurita la trattazione degli argomenti iscritti all’ordine del giorno il Presidente dichiara chiusa la seduta alle ore 19,30.
35 del 25-06-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DCC00035.pdf (11 kb) File con estensione pdf
Elezione del Presidente del Consiglio Comunale
Il Segretario Comunale sottopone al Consiglio la seguente proposta di deliberazione:
“ELEZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE”.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Preso atto dell'avvenuto giuramento, convalida, surroga ed esame delle incompatibilità dei Consiglieri neoeletti;
Considerato che occorre procedere alla nomina del Presidente del Consiglio ai sensi dell'art. 19 della L.R. n.7/1992;
Dato atto che detta elezione deve svolgersi a scrutinio segreto ai sensi dell'art.184 dell'O.R.EE.LL.;
Preso atto dello scrutinio della votazione che ha dato i seguenti risultati
DELIBERA
Eleggere Presidente del Consiglio Comunale il Consigliere __________________, il quale assume in conseguenza la presidenza del Consiglio
IL CONSIGLIO COMUNALE
Preliminarmente il Presidente informa il Consiglio che per l'elezione del Presidente è necessario, per la prima votazione, il conseguimento del voto favorevole della maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio, che si procederà a scrutinio segreto e che ciascun consigliere potrà apporre sulla propria scheda un solo nominativo.
Distribuite e raccolte le schede il Presidente assistito dagli scrutatori nominati ad inizio di seduta, accerta il seguente esito:
Consiglieri presenti e votanti n°14;
ricevono voti: Giucastro Giuseppe n° 9
schede bianche n.1
schede nulle n.3.
Per effetto della superiore votazione il consigliere Giucastro Giuseppe è proclamato
Presidente del Consiglio ed in tale veste assume la presidenza.
Esaurita la votazione, e proclamato l’esito della stessa, il Cons. Caltanissetta consegna a nome del gruppo consiliare “Rinascita Isolana” un documento che viene allegato al verbale per farne parte integrante. Dopo di che il gruppo abbandona l’aula.
Si allontanano i Cons. Caltanissetta, Mannino, Billeci, Nuvoloso e Mignano, presenti n.9.
Il Presidente neoeletto preso posto alla presidenza ringrazia i consiglieri per la fiducia accordatagli e afferma il suo impegno a svolgere il proprio ruolo nel rispetto dell’assoluta legalità e nell’interesse dell’intero Consiglio. A tale scopo assicura la massima disponibilità ed attenzione, volendo servire da stimolo per l’attività consiliare e per la stessa Giunta Municipale.
Assume formale impegno di operare in maniera super partes assicurando che accetterà e farà proprie tutte le proposte costruttive avendo l’intendimento di assicurare la massima attività possibile del Consiglio.
Esprime i suoi auguri di buon lavoro al Sindaco, che ha dato dimostrazioni di una grande personalità come la fiducia accordatagli dagli elettori ha dimostrato; egli dichiara la propria felicità per aver potuto collaborare con il Sindaco nella precedente legislatura in qualità di assessore.
Tornando, quindi, all’enunciazione delle linee che ispireranno la sua presidenza, afferma l’intenzione di essere rigoroso nel rispetto delle prerogative di tutti i consiglieri anche laddove si adopererà per impedire all’interno dell’aula consiliare ogni scontro di carattere personale. Invita la cittadinanza a presenziare ai lavori consiliari.
Constatata, quindi, la necessità di procedere ad un’integrazione degli scrutatori onde procedere alla sostituzione del Cons. Caltanissetta, allontanatosi dall’aula, nomina scrutatore il Cons. Peloso
numero 33 del 25-06-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DCC00033.pdf (24 kb) File con estensione pdf
Esame in ordine a causa di incompatibilità dei consiglieri neoeletti. Provvedimenti conseguenti .
Il Segretario Comunale sottopone al Consiglio la seguente proposta di deliberazione:
“ESAME IN ORDINE A CAUSA DI INCOMPATIBILITA' DEI CONSIGLIERI NEOELETT1-
PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI ".
IL CONSIGLIO COMUNALEConsiderato che, dopo il giuramento e la convalida per inesistenza di cause di ineleggibilità del Consiglieri neoletti, occorre ora procedere all'esame dello status dei medesimi in ordine alle cause di incompatibilità di cui agli artt. 10 e 11 della L.R. 24 giugno 1986, n.31, così come riportati agli artt. 83 e84 del testo coordinato dalle Leggi Regionali relative all’ordinamento degli EE. LL.;Rilevato che nessuna comunicazione in merito a cause di incompatibilità è pervenuta per i Consiglieri neoeletti e che nessuna denuncia in tal senso viene fatta nell'odierna seduta;Ritenuto di dover provvedere in merito;
DELIBERA Rilevare l'inesistenza di cause di incompatibilità per i consiglieri neoeletti già convalidati dal Consiglio.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Udito il Sindaco che, chiesta ed ottenuta la parola, comunica di aver, con propria determina n°14 del 15/06/2009, proceduto a nominare il consiglieri Palazzotto Salvatore, Assessore in seno alla Giunta Municipale da Lui presieduta;
Considerato che la carica di assessore risulta incompatibile con la carica di consigliere l’Assessore nominato deve ora procedere ad effettuare l’opzione di cui all’art.12, comma 4, della L.R. 7/92, nonché l’esame di situazioni di incompatibilità;
Il Cons. Palazzotto ringraziando il Sindaco per la fiducia accordatagli dichiara di optare per la carica
di Assessore Comunale e lascia lo scranno di Consigliere.
A questo punto, accertata la presenza in aula del primo dei non eletti, Sig.ra Aiello Maria Francesca, il Presidente la invita ad insediarsi e la stessa, entrata nell’emiciclo, presta regolare giuramento nella formula di rito, sottoscrivendo il verbale appositamente predisposto, che viene parimenti sottoscritto dal Presidente e dal Segretario Comunale.
Il Sindaco, riottenuta la parola, comunica di aver, con propria determina n°14 del 15/06/2009, proceduto a nominare il consigliere Aiello Paolo, Assessore in seno alla Giunta Municipale da Lui presieduta;
Considerato che la carica di assessore risulta incompatibile con la carica di consigliere l’Assessore nominato deve ora procedere ad effettuare l’opzione di cui all’art.12, comma 4, della L.R. 7/92, nonché l’esame di situazioni di incompatibilità;
Il Cons. Aiello, ringraziando il Sindaco per la fiducia accordatagli, dichiara di optare per la carica di Assessore Comunale e lascia lo scranno di Consigliere.
A questo punto, accertata la presenza in aula del primo dei non eletti, Sig. Peloso Alberto, il Presidente lo invita ad insediarsi e lo stesso, entrato nell’emiciclo, presta regolare giuramento nella formula di rito, sottoscrivendo il verbale appositamente predisposto, che viene parimenti sottoscritto dal Presidente e dal Segretario Comunale.
Il Sindaco, a questo punto, comunica di aver, con propria determina n°14 del 15/06/2009, proceduto a nominare il consigliere Riso Napoleone, Assessore in seno alla Giunta Municipale da Lui presieduta;
Considerato che la carica di assessore risulta incompatibile con la carica di consigliere l’Assessore nominato deve ora procedere ad effettuare l’opzione di cui all’art.12, comma 4, della L.R. 7/92, nonché l’esame di situazioni di incompatibilità;
Il Cons. Riso ringraziando il Sindaco per la fiducia accordatagli dichiara di optare per la carica di Assessore Comunale e lascia lo scranno di Consigliere.
A questo punto, accertata la presenza in aula del primo dei non eletti, Sig.ra Lucido Salvatore, il Presidente lo invita ad insediarsi e lo stesso, entrato nell’emiciclo, presta regolare giuramento nella formula di rito, sottoscrivendo il verbale appositamente predisposto, che viene parimenti sottoscritto dal Presidente e dal Segretario Comunale.
Infine, udito il Sindaco che, chiesta ed ottenuta la parola, comunica di aver, con propria determina n°14 del 15/06/2009, proceduto a nominare il consigliere Cutino Marcello, Assessore in seno alla Giunta Municipale da Lui presieduta;
Considerato che la carica di assessore risulta incompatibile con la carica di consigliere l’Assessore nominato deve ora procedere ad effettuare l’opzione di cui all’art.12, comma 4, della L.R. 7/92, nonché l’esame di situazioni di incompatibilità;
Il Cons. Cutino ringraziando il Sindaco per la fiducia accordatagli dichiara di optare per la carica di Assessore Comunale e lascia lo scranno di Consigliere.
A questo punto, accertata la presenza in aula del primo dei non eletti, Sig. Cardinale Enrico, il Presidente lo invita ad insediarsi e lo stessa, entrato nell’emiciclo, presta regolare giuramento nella formula di rito, sottoscrivendo il verbale appositamente predisposto, che viene parimenti sottoscritto dal Presidente e dal Segretario Comunale.
Il Cons. Caltanissetta, udita la lettura della determina Sindacale con la quale si nominano gli assessori chiamati a far parte della Giunta Municipale, chiede di conoscere le deleghe loro attribuite, stante che, qualora queste dovessero corrispondere con quelle preannunciate, gli assessori risulterebbero privi della professionalità e competenza prevista dal vigente statuto comunale, per cui in tal caso bisognerebbe procedere preliminarmente alla modifica dello Statuto.
Il Sindaco afferma che le deleghe assessoriali non sono state ancora formalizzate.
A questo punto, il Presidente invita i Consiglieri invita i consiglieri a votare per la verifica dell’assenza di cause di ineleggibilità incapo ai n.4 Consiglieri subentranti.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Con voti unanimi espressi per alzata di mano;
DELIBERA
Riconoscere l’inesistenza di cause di ineleggibilità in capo ai quattro Consiglieri subentranti.
A questo, il Presidente indice la votazione in ordine alla verifica di cause di incompatibilità su tutti i Consiglieri insediatisi
IL CONSIGLIO COMUNALE
Con voti unanimi espressi per alzata di mano;
DELIBERA
Riconoscere l’inesistenza di cause di incompatibilità in ordine a tutti i Consiglieri insediatisi a ricoprire la carica di Consigliere Comunale
numero 32 del 25-06-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DCC00032.pdf (32 kb) File con estensione pdf
Esame in ordine alle condizioni di eleggibilita' dei consiglieri neoeletti - convalida ed eventuali surroghe.
Il Segretario Comunale sottopone al Consiglio la seguente proposta di deliberazione:
ESAME IN ORDINE ALLE CONDIZIONI DI ELEGGIBILITA' DEI CONSIGLIERI NEOELETTI - CONVALIDA ED EVENTUALI SURROGHE "
IL CONSIGLIO COMUNALE
Visto il verbale dell'adunanza dei Presidenti di seggio del 09 e del 10 giugno 2009 dal quale si evince la proclamazione dell'elezione di n.15 Consiglieri Comunali a seguito delle consultazioni elettorali del 6 e 7 giugno 2009;
Accertato che detta elezione è stata notificata ai consiglieri eletti nelle forme di legge giuste note prot. 9521 dell’11 giugno 2009;
Rilevato che in data 12 giugno c.a. è stato pubblicato il manifesto con il quale viene data notizia del risultato delle elezioni comunali del 6 e 7 giugno 2009, nonché dei nominativi degli eletti alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale;
Visto l'art.9 della L.R. 24 Giugno 1986, n.31 nel testo vigente, nonché l'art. 18, comma 2, della L.R. 21 settembre 1990 n°36 che prevedono i casi di ineleggibilità alla carica di Consigliere Comunale e anche di candidabilità secondo l'art.58 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n.267;
Considerato che i Consiglieri neoeletti, presenti in aula, hanno già prestato giuramento nelle forme previste dall'art.45 dell'O.R.EE.LL.;
Rilevato che non risultano sussistere condizioni di ineleggibilità per i consiglieri neoeletti e che nessuna denuncia è stata in precedenza effettuata né in questa sede viene mossa al riguardo;
Con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano;
DELIBERA
Convalidare, ad ogni effetto di legge, l'elezione a Consigliere Comunale, a seguito delle
elezioni del 6 e 7 giugno 2009, dei seguenti Sigg.ri:
1. Palazzotto Salvatore;
2. Aiello Paolo;
3. Riso Napoleone;
4. Cutino Marcello;
5. Giucastro Alessandro;
6. Dionisi Vincenzo;
7. Battaglia Rosalia;
8. Guttadauro Giovan Battista;
9. Riso Rosaria;
10. Mannino Angelo;
11. Billeci Orazio;
12. Crisci Francesco;
13. Caltanissetta Giuseppe;
14. Nevoloso Benedetto;
15. Mignano Rosario.
numero 31 del 25-06-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DCC00031.pdf (22 kb) File con estensione pdf
Giuramento dei Consiglieri Comunali neoeletti
Alle ore 18,00 il signor Mannino Vincenzo. consigliere più anziano per preferenze individuali così come individuato nel verbale dell’adunanza dei Presidenti di seggio in occasione delle Elezioni Amministrative del 6 e 7 giugno 2009, assume la Presidenza provvisoria dell'Assemblea e, constatata la presenza in aula dei n°14 Consiglieri di cui al frontespizio, dichiara aperti i lavori e presta giuramento nelle forme prescritte dall'art.45 dell'O. R. EE. LL., sottoscrivendo il verbale di giuramento appositamente predisposto.
Invita poi gli altri Consiglieri a prestare a loro volta, giuramento;
i consiglieri eletti presenti in aula prestano giuramento con la medesima formula, in
piedi, a capo scoperto e ad alta ed intelligibile voce.
Della prestazione dei giuramenti vengono redatti appositi verbali, che vengono allegati alla presente per costituirne parte integrante.
Espletato il predetto adempimento il Consiglio è correttamente insediato.
Dopo di ciò, il Presidente propone di nominare quali scrutatori che lo collaboreranno nell'accertamento dell'esito delle votazioni dell'odierna seduta i Consiglieri Giovanni Guttadauro, Giuseppe Caltanissetta e Rosaria Riso.
La proposta viene accolta ad unanimità di voti espressi per alzata di mano.
Giuramento dei Consiglieri Comunali neoeletti.
Atto numero 30 del 25-06-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DCC00030.pdf (12 kb) File con estensione pdf
Logo 2.jpg
Oggetto: dichiarazione di abbandono dell’aula consiliare
I componenti del gruppo consiliare Rinascita Isolana, dopo aver giurato - per essere immessi nell’esercizio delle proprie funzioni ex art. 25.2 dello Statuto comunale - ed aver partecipato alle elezioni del Presidente e del Vicepresidente del Consiglio Comunale - per rispetto nei confronti delle istituzioni democratiche e della cittadinanza - abbandonano l’aula.
I sottoscritti ritengono infatti che i provvedimenti amministrativi adottati dalla giunta Portobello alla vigilia delle elezioni comunali del 6 e 7 giugno 2009 e la mercificazione del consenso cui si è assistito nei giorni che hanno preceduto il voto, abbiano falsato il risultato elettorale, determinando l’affermazione di una compagine che non può rappresentare – eticamente – i cittadini di Isola delle Femmine.
Le funzioni che il Capo I del Titolo III dello Statuto riconoscono al Consiglio Comunale, impongono pertanto ai membri del gruppo Rinascita Isolana di stigmatizzare con la loro assenza al giuramento del Sindaco i profili squallidi di una tornata elettorale viziata da un profondo degrado morale e politico.
L’abbandono dell’aula consiliare è il no di Rinascita Isolana all’insediamento di una giunta che ha applicato alla democrazia partecipativa i principi dell’economia di mercato, alle logiche del consenso quelle dei rapporti sinallagmatici.
Isola delle Femmine, 25 giugno 2009 I consiglieri comunali


*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”
*Controllo su atti Enti Locali Circolari e Legge Regionale 44/1991
*
U.R.P. Isola delle Femmine inadempiente pag 7
*
Ingegnere Francavilla Stefano
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Ingegnere Lascari Gioacchino
*
Ingegnere Lascari Gioacchino Scalici
*C.E n.03-2010 - Enea Orazio Ing Lascari
*
Consulenti Geologi Eletti
*
Dr. Marcello Cutino geologo
*
Cutino dr. Marcello Pet-coke Portobello DIMISSIONI
*
Minagra dr. Vincenzo Biologo
*Minagra dr. Vincenzo Consulente ambientale del Sindaco Portobello
*
Le acque d’oro di Ambiente e Sicurezza Dr. Minagra
*Vincenzo dr. Minagra Pet-coke Cutino Portobello
*
I COSTI DELLA POLITICA INCARICHI DIRIGENZIALI A LAVORATORI PRECARI
*
Vigilanza e controllo degli enti locali - Ufficio ispettivo

*ISOLA ecologica PIANO Levante CANTIERI lavoro M.A.M. Pizzerie e........
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Cantiere Lavoro all’isola ecologica
*Isola ecologica
*
Architetto Licata Geologo Cutino Incaricati di……
*
Architetto Licata
*Restauro Torre
*
Consiglio Comunale 25 giugno 2009 Insediamento "Sindaco" a Isola delle FemmineDichiarazione Rinascita Isolana


Associazione Protezione Civile,ato idrico, Caltanisetta,Consiglio Comunale 18/9/09,Croce Antonio,CUTINO,interrogazioni, Maggioli, Piazza,Costanza,Billeci,PORTOBELLO,VOTO DI SCAMBIO,SORGE,


ATO PA1 Rifiuti, Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010, Circolare Russo 8 giugno 2010, consulenze, Delibera C.C. 21/2010, FONTANETTA, Palazzotto, Pier Carmelo Russo, PORTOBELLO, SPRECHI


Bilancio Consuntivo 2009, Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010,PALmuto,Squadrista Rosso, Delibera 20/10,DIONISI,Pappagallo,Pier Carmelo Russo, Raccolta differenziata,TARSU,Rifiuti,Cecchino

BOLOGNA,bruno,Sqyadrista Rosso,Pappagallo,CATALDO,DIONISI,elezioni amministrative 2009, PALmuto,LUCIDO,rappa,Rino,RISO,RUBINO,U.T.C,latte Puccio,zu Turidduzzu Billeci

BADALAMENTI VITO LEONARDO,Billeci,bruno,Caserma dei Carabinieri, COPACABANA,elauto,IMPASTATO;CUTINO,LO BELLO,LO PICCOLO,PALmuto, POMIERO,saracen,VASSALLO,VOTO DI SCAMBIO

Nessun commento:

Posta un commento