"Senza una nuova coscienza noi, da soli, non ce la faremo mai "





Rocco Chinnici

sabato 27 agosto 2011

COMUNI FISCO PARTECIPAZIONE ACCERTAMENTI RISORSE ECONOMICHE

*SICILEAS FIN IMM FARACI PORTOBELLO U.T.C. 27 giugno/10


Legge 122/2010 Art. 18.  

TITOLO II - CONTRASTO ALL'EVASIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA
Art. 18. Partecipazione dei comuni all'attività di accertamento tributario e contributivo

1. I Comuni partecipano all'attività di accertamento fiscale e contributivo secondo le disposizioni del presente articolo, in revisione del disposto dell'articolo 44 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, e dell'articolo 1 del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248.

2. Ai fini della partecipazione di cui al comma 1, consistente, tra l'altro, nella segnalazione all'Agenzia delle entrate, alla Guardia di finanza e all'INPS, di elementi utili ad integrare i dati contenuti nelle dichiarazioni presentate dai contribuenti per la determinazione di maggiori imponibili fiscali e contributivi:

a) i Comuni con popolazione superiore a cinquemila abitanti sono tenuti ad istituire, laddove non vi abbiano già provveduto, il Consiglio tributario. A tale fine, il regolamento per l'istituzione del Consiglio tributario è adottato dal Consiglio Comunale entro il termine di 90 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto;

b) i Comuni con popolazione inferiore a cinquemila abitanti, laddove non abbiano già costituito il Consiglio tributario, sono tenuti a riunirsi in consorzio, ai sensi dell'articolo 31 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, recante il Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, per la successiva istituzione del Consiglio tributario. A tale fine, la relativa convenzione, unitamente allo statuto del consorzio, è adottata dai rispettivi Consigli comunali per l'approvazione entro il termine di 180 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto.

2-bis. Gli adempimenti organizzativi di cui al comma 2 sono svolti con le risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente.

3. In occasione della loro prima seduta, successiva alla data di entrata in vigore del presente decreto, i Consigli tributari deliberano in ordine alle forme di collaborazione con l'Agenzia del territorio ai fini dell'attuazione del comma 12 dell'articolo 19.

4. Al d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) il secondo comma dell'articolo 44, è sostituito dal seguente: "L'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei comuni le dichiarazioni di cui all'articolo 2 dei contribuenti in essi residenti; gli Uffici dell'Agenzia delle entrate, prima della emissione degli avvisi di accertamento, ai sensi dell'articolo 38, quarto comma e seguenti, inviano una segnalazione ai comuni di domicilio fiscale dei soggetti passivi.";

b) al terzo comma, primo periodo, dell'articolo 44, le parole da "Il comune" a "segnalare" sono sostituite dalle seguenti: "Il comune di domicilio fiscale del contribuente, o il consorzio al quale lo stesso partecipa, segnala", e il periodo: "A tal fine il comune può prendere visione presso gli uffici delle imposte degli allegati alle dichiarazioni già trasmessegli in copia dall'ufficio stesso." è abrogato;



c) il quarto comma dell'articolo 44, è sostituito dal seguente: "Il comune di domicilio fiscale del contribuente, con riferimento agli accertamenti di cui al secondo comma, comunica entro sessanta giorni da quello del ricevimento della segnalazione ogni elemento in suo possesso utile alla determinazione del reddito complessivo.";

d) sono abrogati i commi quinto, sesto e settimo dell'articolo 44;

e) l'articolo 45 è abrogato.

5. All'articolo 1 del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) il comma 1 è sostituito dal seguente:

"1. Per potenziare l'azione di contrasto all'evasione fiscale e contributiva, in attuazione dei principi di economicità, efficienza e collaborazione amministrativa la partecipazione dei comuni all'accertamento fiscale e contributivo è incentivata mediante il riconoscimento di una quota pari al 33 per cento delle maggiori somme relative a tributi statali riscosse a titolo definitivo nonché delle sanzioni civili applicate sui maggiori contributi riscossi a titolo definitivo, a seguito dell'intervento del comune che abbia contribuito all'accertamento stesso.";

b) il comma 2 è sostituito dal seguente:

"2. Con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, emanato entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, d'intesa con l'INPS e la Conferenza unificata, sono stabilite le modalità tecniche di accesso alle banche dati e di trasmissione ai comuni, anche in via telematica, di copia delle dichiarazioni relative ai contribuenti in essi residenti, nonché quelle della partecipazione dei comuni all'accertamento fiscale e contributivo di cui al comma 1. Per le attività di supporto all'esercizio di detta funzione di esclusiva competenza comunale, i comuni possono avvalersi delle società e degli enti partecipati dai comuni stessi ovvero degli affidatari delle entrate comunali i quali, pertanto, devono garantire ai comuni l'accesso alle banche dati utilizzate. Con il medesimo provvedimento sono altresì individuate le ulteriori materie per le quali i comuni partecipano all'accertamento fiscale e contributivo; in tale ultimo caso, il provvedimento, adottato d'intesa con il direttore dell'Agenzia del territorio per i tributi di relativa competenza, può prevedere anche una applicazione graduale in relazione ai diversi tributi.";

c) è abrogato il comma 2-ter.

6. All'articolo 83, comma 17, ultimo periodo, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, le parole " 30 per cento" sono sostituite dalle seguenti: " 33 per cento".

7. Con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e d'intesa con la Conferenza Unificata, adottato entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, sono individuati i tributi su cui calcolare la quota pari al 33 per cento e le sanzioni civili spettanti ai comuni che abbiano contribuito all'accertamento, ai sensi dell'articolo 1, comma 1, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, nonché le relative modalità di attribuzione.

8. Resta fermo il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate di cui all'articolo 1, comma 2 del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, quanto alle modalità tecniche di accesso dei comuni alle banche dati e alle dichiarazioni relative ai contribuenti ai comuni, nonché alle modalità di partecipazione degli stessi all'accertamento fiscale e contributivo.

9. Gli importi che lo Stato riconosce ai comuni a titolo di partecipazione all'accertamento sono calcolati al netto delle somme spettanti ad altri enti ed alla Unione Europea. Sulle quote delle maggiori somme in questione che lo Stato trasferisce alle Regioni a statuto ordinario, a quelle a statuto speciale e alle province autonome di Trento e di Bolzano,spetta ai predetti enti riconoscere ai comuni le somme dovute a titolo di partecipazione all'accertamento.



Legge 122/2010 Art. 38. Altre disposizioni in materia tributaria comma 4

4. Al fine di razionalizzare le modalità di notifica in materia fiscale sono adottate le seguenti misure:

a) all'articolo 60, del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, sono apportate le seguenti modificazioni:

1) al primo comma, lettera a), le parole "delle imposte" sono soppresse;

2) al primo comma, lettera d), le parole "dalla dichiarazione annuale ovvero da altro atto comunicato successivamente al competente ufficio imposte" sono sostituite dalle seguenti: "da apposita comunicazione effettuata al competente ufficio", e dopo le parole "avviso di ricevimento", sono inserite le seguenti: "ovvero in via telematica con modalità stabilite con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate";

3) al secondo comma, le parole "non risultante dalla dichiarazione annuale" sono soppresse;

4) al terzo comma, le parole "non risultanti dalla dichiarazione annuale" sono soppresse e le parole "della comunicazione prescritta nel secondo comma dell'articolo 36" sono sostituite dalle seguenti: "della dichiarazione prevista dagli articoli 35 e 35-ter del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, ovvero del modello previsto per la domanda di attribuzione del numero di codice fiscale dei soggetti diversi dalle persone fisiche non obbligati alla presentazione della dichiarazione di inizio attività IVA.";



b) all'articolo 26 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, dopo il primo comma è inserito il seguente: "La notifica della cartella può essere eseguita, con le modalità di cui al d.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68, a mezzo posta elettronica certificata, all'indirizzo risultante dagli elenchi a tal fine previsti dalla legge.



Tali elenchi sono consultabili, anche in via telematica, dagli agenti della riscossione. Non si applica l'articolo 149-bis del codice di procedura civile.".

Legge 122/2010 Art. 19  comma 12

12. A decorrere dal 1° gennaio 2011, l'Agenzia del Territorio, sulla base di nuove informazioni connesse a verifiche tecnico-amministrative, da telerilevamento e da sopralluogo sul terreno, provvede ad avviare un monitoraggio costante del territorio, individuando, in collaborazione con i Comuni, ulteriori fabbricati che non risultano dichiarati al Catasto. In tal caso si rendono applicabili le disposizioni di cui al citato articolo 2, comma 36, del decreto-legge n. 262 del 2006. Qualora i titolari di diritti reali sugli immobili individuati non ottemperino entro il termine previsto dal predetto articolo 2, comma 36, l'Agenzia del Territorio procede all'attribuzione della rendita presunta ai sensi del comma 10. Restano salve le procedure previste dal comma 336 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Restano altresì fermi i poteri di controllo dei comuni in materia urbanistico-edilizia e l’applicabilità delle relative sanzioni.


segnala!
L'EVASORE DELLA TUA ZONA ANONIMAMENTEè facile (anche da telefonino!)


AIELLO, Bruno Maria, COSTANZO, CUTINO, DIONISI, IMPASTATO, Lucido Antonella, Mercificazione del voto, Palazzotto, POMIERO, POTERI FORTI;MAFIA, Riso Rosaria, SORELLE POMIERO, VASSALLO, VOTO DI SCAMBIO

Associazione Protezione Civile,ato idrico, Caltanisetta,Consiglio Comunale 18/9/09,Croce Antonio,CUTINO,interrogazioni, Maggioli, Piazza,Costanza,Billeci,PORTOBELLO,VOTO DI SCAMBIO,SORGE,


ATO PA1 Rifiuti, Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010, Circolare Russo 8 giugno 2010, consulenze, Delibera C.C. 21/2010, FONTANETTA, Palazzotto, Pier Carmelo Russo, PORTOBELLO, SPRECHI


Bilancio Consuntivo 2009, Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010,PALmuto,Squadrista Rosso, Delibera 20/10,DIONISI,Pappagallo,Pier Carmelo Russo, Raccolta differenziata,TARSU,Rifiuti,Cecchino

BOLOGNA,bruno,Sqyadrista Rosso,Pappagallo,CATALDO,DIONISI,elezioni amministrative 2009, PALmuto,LUCIDO,rappa,Rino,RISO,RUBINO,U.T.C,latte Puccio,zu Turidduzzu Billeci

BADALAMENTI VITO LEONARDO,Billeci,bruno,Caserma dei Carabinieri, COPACABANA,elauto,IMPASTATO;CUTINO,LO BELLO,LO PICCOLO,PALmuto, POMIERO,saracen,VASSALLO,VOTO DI SCAMBIO

41bis, bruno,Confisca, corruzione,CUTINO,ELEZIONI AMMINISTRATIVE, IMPASTATO, ISOLA DELLE FEMMINE,Legge 47/85,lottizzazione di matteo,LUCIDO,MAFIA, PALmuto,PORTOBELLO,RISO,VOTO DI SCAMBIO



B.P.B., BADALAMENTI,Billeci,bruno,COPACABANA,DIONISI,elauto, IMPASTATO;Squadrista Rosso,LO BELLO,LO PICCOLO,PALmuto,POMIERO,saracen, VASSALLO,VOTO DI SCAMBIO


Bruno,Squadrista Rosso,leoncino,Esposto Denuncia Corte dei Conti e Assessorato per danni ERARIALI,PALmuto,Pappagallo,Cecchino,VOTO DI SCAMBIO,Comandante,Zuccarello



Cecchino,Altadonna,bisogno,CAROLLO TORRETTA,Squadrista Rosso,Pappagallo,PALmuto,Sorge,diritto, RISO,GIUCASTRO,IMPASTATO,progetto isola, VOTO DI SCAMBIO,zu Turidduzzu Billeci


Aiello F.P.,Capitano.Fin.Imm,d'arpa,elauto,Faraci,IMPASTATO,ISOLA PULITA,Lo Squalo,PALmuto,Pappagallo,Passaggio del Coniglio,saracen,Sequestro Beni,SICILEAS,SO RISO,VOTO DI SCAMBIO

Altadonna Lorenzo,CAROLLO TORRETTA, Squadrista Rosso,GIUCASTRO, IMPASTATO,latte Puccio zu Turidduzzu Billeci,MAFIA,Mazzarrotti,Pierina Fiorello, POMIERO,Pappagallo,RISO,PALmuto

Altadonna Lorenzo,BOLOGNA,bruno,Calliope,Squadrista Rosso,elauto,IMPASTATO,LO PICCOLO,Madonia,MAFIA,PALmuto,POMIERO,Pappagallo


B.P.B.,BADALAMENTI VITO LEONARDO,Billeci,bruno,COPACABANA,DIONISI,elauto, IMPASTATO;Squadrista Rosso,LO BELLO,LO PICCOLO,PALmuto,POMIERO,S.I.S. S.p.a.,saracen,VASSALLO,VOTO DI SCAMBIO


ATO;PALmuto,bruno,CARDINALE,Squadrista Rosso,Guttadauro,LUCIDO,Pappagallo, Pomiero;Riso,Cecchino,Puglisi Baldassare,Vedovello,So Riso,Palestra


Altadonna Lorenzo,BRUNO,MAFIA,LUCIDO,LO BELLO,DIONISI,ABUSIVISMO,PIZZO,VOTO DI SCAMBIO,IMPASTATO,CUTINO, POMIERO,PORTOBELLO,Valguarnera latte Puccio

D.L.2/2010 comma quinquies all’art.1,DEBITI, ISOLA DELLE FEMMINE,PARTINICO, PORTOBELLO,Raccolta differenziata,Recupero.,Riciclaggio,Riduzione,rifiuti,Riparazione, RIUSO,TARSU,Temporary


acqua bene comune,AIELLO,APS,Ato rifiuti,BOLOGNA,CUTINO,capaci,PORTOBELLO, DIONISI,IMPASTATO,LUCIDO,MAFIA,PALAZZOLO,Palazzotto,Parentopoli,RISO, TRIBUTI,VOTO DI SCAMBIO

AMBIENTE, CUTINO, DANNO ERARIALE, DEBITO VERSO ATO PA1, DIONISI, DISCARICHE, GIUCASTRO,Squadrista Rosso,Leoncino, ISOLE ECOLOGICHE, PALAZZOLO, PALmuto, Pappagallo, Raccolta differenziata,RISO


ATO PA1 Rifiuti,Commissione Ambiente 2010,Squadrista Rosso, GIUCASTRO,ISOLA ECOLOGICA,Lucido Capitano,PALmuto,Vedovello,POMIERO,Pappagallo,Riso Rosaria,Zuccarello,Comandante

BILANCIO CONSUNTIVO,BILANCIO DI PREVISIONE,Brunetta,corte dei conti,ISOLA DELLE FEMMINE,lombardo,Pier Carmelo Russo,Rendiconto Finanziario regione Sicilia 2009,rifiuti,SPRECHI

ATO PA1 Rifiuti,CGIL, Consuntivo 2009,Comandante,Squadrista Rosso,FONTANETTA, PALmuto, Patto di Stabilità, Pier Carmelo Russo circolare assessore 8 giugno 2010, Preventivo 2008, REVISORI DEI CONTI, Sanzioni

Assessore Chinnici, Squadrista Rosso,Pappagallo,Circolare Russo 8 giugno 2010,Corte dei Conti del 112/2010, D’Arpa,Leoncino, Fatture ATO Rifiuti nascoste,FONTANETTA,RISO,PALmuto


14 leoni,19 arresti a Palermo,CATALDO,Dignità,Elezioni Amministrative 1999,ISOLA DELLE FEMMINE, ISOLA PER TUTTI,La Torre,Pantera,Servire il Paese,VOTO DI SCAMBIO

BRUNO,MAFIA,Non Sentire,informazione,ISOLA DELLE FEMMINE,Non Fotografare,Non pensare,Fatti i cazzi Tuoi,Non Parlare,Non scrivere,Non Vedere,Qui comando IO,Pappagallo,PALmuto


ATO PA1 Rifiuti,Circolare Russo 8 giugno 2009 Nascosta,conto consuntivo 2009,DIONISI, Fatture ATO nascoste,Lettera Corte dei Conti Consuntivo 2008 Nascosta,PALmuto,RISO


ACCERTAMENTI FISCALI,AIELLO, comuni,CONTENZIOSO, CUTINO,EVASORI FISCALI, I.R.P.E.F.,IMPOSTE,LEGGE 122/2010,POMIERO,PORTOBELLO,REDDITI AMMINISTRATORI,tasse,TRIBUTI,TRICOLI


Nessun commento:

Posta un commento